Domande Test della Consapevolezza

BUONSENSO E SENSO COMUNE
Il personale rapporto con il modo di pensare dominante, con le credenze assodate e con tutto ciò che viene assorbito passivamente nel corso della vita e mai, o quasi mai, messo in discussione. Noi tendiamo ad accettare il mondo così com’è, e lo facciamo a seconda del tempo e del luogo in cui ci troviamo a vivere. Servono però dei riferimenti morali, diversamente ci si muove come bandierine esposte al vento.

1 – Riguardo ai vizi, quale è il tuo pensiero?
2 – Trovi una cospicua somma di denaro per terra, sufficiente per poterti comprare quella cosa di cui hai bisogno. Il tuo primo pensiero?
3 – Giudicare le persone è giusto o sbagliato?
4 – Quando 99 persone su 100 si trovano d’accordo su una determinata questione, significa che:
5 – Che differenza c’è fra BUONSENSO e SENSO COMUNE?
6 – Cosa pensi della legge?

ISTINTUALITÀ ED AUTOCONTROLLO
La capacità di fermarsi a riflettere e tenere a bada gli impulsi quando la situazione si fa delicata richiedendo autocontrollo e razionalità. Agire d’istinto può aiutare in determinati casi, ma nel lungo termine non può essere una strategia efficace e diviene necessario coltivare un atteggiamento più riflessivo.

7 – Al termine di questo test non riceverai alcun risultato e ti renderai conto di essere stato/a ingannato/a: cosa pensi in questo momento?
8 – Cosa distingue gli esseri umani dagli animali?
9 – I soldi rendono felici. Cosa ne pensi?
10 – Ti viene riferito che una persona ha fatto un commento stupido e ignorante sul tuo conto, dimostrando allo stesso tempo di non conoscerti affatto. Come reagisci?

MATERIALISMO E CONSUMISMO
Il sapersi districare fra bisogni reali e bisogni indotti dalla pubblicità e dall’esibizionismo di una società consumistica e molto concentrata sull’avere e sull’apparire. Lo sviluppo di una coscienza più profonda implica la capacità di attribuire il giusto valore alle cose, e anche il sapersi distaccare da esse quando serve.

11 – «Le cose che possiedi alla fine ti possiedono». Questa citazione proviene dal film intitolato Fight Club. A cosa ti fa pensare?
12 – A tuo parere, la pubblicità è davvero necessaria?
13 – L’idea di lasciare avanzi di cibo nel piatto per poi gettarli via (sia a casa propria che al ristorante), che sensazione ti provoca?
14 – Potendo creare un mondo ideale, cosa aumenteresti e cosa diminuiresti?

INTROVERSIONE ED ESTROVERSIONE
La tendenza a rivolgere lo sguardo e l’interesse verso la propria interiorità, oppure, al contrario, verso il mondo esteriore. Il mondo interiore pone domande complesse, quello esteriore fornisce risposte semplici e confortevoli. L’introversione è spesso segno di profondità d’animo, l’estroversione lo è sovente di insicurezza.

15 – Che tipo di rapporto hai con il rumore?
16 – Quale, fra le seguenti situazioni, ti ispira di più?
17 – Quale, fra gli scenari proposti di seguito, ti provoca maggiore disagio?
18 – Perché le persone sembrano essere più spavalde e sicure di sé quando interagiscono virtualmente?

DUBBI E CERTEZZE
Meglio porsi domande o concentrarsi sulle risposte? L’indole del ricercatore spirituale è dubbiosa, quella dell’uomo di mondo è ricca di certezze. Ma ci siamo mai chiesti se quelle certezze date per assodate abbiano un reale fondamento? L’idea di mettere in discussione tutto quanto può spaventare, tuttavia evolvere significa anche riuscire ad affrontare le proprie paure.

19 – Preferisci porti domande o darti risposte?
20 – Di seguito troverai una serie di credenze più o meno comuni, scegli quella che senti più vera:
21 – Cosa pensi dei rimpianti e dei rimorsi?
22 – Riponi fiducia nella politica?
23 – Verità e relativismo: che rapporto intercorre fra loro?

RELIGIOSITÀ E SPIRITUALITÀ
La religione, almeno in teoria, si occupa dei bisogni spirituali dell’essere umano. Tuttavia religiosità e spiritualità non sono affatto sinonimi e possono, a volte, persino escludersi a vicenda. Credere e Intuire sono due cose diverse e un atteggiamento dogmatico non favorisce certamente il cammino verso il risveglio dell’anima.

24 – Che differenza c’è tra AVERE FEDE e CREDERE?
25 – Cosa pensi della Reincarnazione?
26 – Ecco una serie di affermazioni sulla religione. Quale fra esse si avvicina maggiormente al tuo pensiero?
27 – La legge di causa ed effetto (Karma) afferma che ogni nostra azione genera effetti in questa vita e/o nella prossima. Cosa ne pensi?
28 – Bene e Male esistono veramente?

DUALISMO E DUALITÀ
La mente umana è divisa in due emisferi e da qui nasce probabilmente la visione dualistica del mondo. Bianco e nero, vero e falso, buono e cattivo. Ma l’universo non segue le regole della mente e il ricercatore spirituale sa quanto i pensieri possano distorcere la percezione della realtà e allontanarci dal sentiero della verità.

29 – Il libero arbitrio può essere definito come:
30 – Scegli la combinazione di sostantivi che ti sembra avere più senso:
31 – Un mondo in cui non esista il denaro né il lavoro, che effetto ti fa?
32 – Immagina una persona che è stata capace di arricchirsi e affermarsi partendo da una famiglia modesta. Che effetto ti fa?

DOMANDA FINALE
33 – Ultima domanda, la più importante, può ribaltare completamente l’esito del test (*): come valuti le domande di questo test?

TEST DELLA CONSAPEVOLEZZA/RISVEGLIO
Ogni domanda contribuisce con un certo numero di punti al conteggio finale. Alcune domande pesano più di altre, il che significa che un quesito ritenuto importante può valere quanto due reputati meno incisivi.
Il punteggio di Consapevolezza (xx/200) è dato dalla somma algebrica dei punti ottenuti nelle singole domande.
Il calcolo del livello di Consapevolezza (es: Animico), al contrario, si basa non solo sulla somma algebrica dei punti ottenuti nelle singole domande, ma anche sulle eventuali contraddizioni rilevate dal sistema nelle risposte fornite dall’utente. Cosa significa? In sostanza il software è in grado di stabilire se la persona sta operando senza logica, fornendo alcune risposte particolarmente consapevoli e altre del tutto impulsive. In questo caso applicherà un algoritmo di appianamento abbassando di un livello il risultato finale, pur mantenendo intatto il punteggio complessivo. Così facendo si impedisce di ottenere un alto livello di Consapevolezza all’utente che interagisce a caso o cerca di barare.

<< TEST DELLA CONSAPEVOLEZZA